Mar. Mar 5th, 2024
Limiti neopatentati 2024 kw, targa, anni e cosa possono guidare

Quest’anno i neopatentati 2024 dovranno fare i conti con nuovi limiti e leggi imposte dal codice stradale. Questa guida indica punto per punto, le limitazioni sia per la persona e la patente in oggetto quanto per le auto che possono essere utilizzate durante il periodo di neo-patentatura. Non solo limitazioni: dal 2024 infatti, ci sono stati degli allargamenti della legge che permettono di cimentarsi alla guida già dai primi mesi di patente con più libertà. “Ovviamente le auto sportive non sono ancora previste, aimhé” [n.d.r.].

Neopatentati 2024: che auto possono guidare (kW, potenza e cilindrata)

Il principale argomento trattato quando si parla di neopatentati è sicuramente l’acquisto o il noleggio di un veicolo per questi anni di passaggio verso la patente senza limitazioni. Le restrizioni impongono di non potersi mettere al volante, per garantire la sicurezza di guidatore e cose o persone in carreggiata, di auto troppo potenti e con un alto rapporto peso/potenza.

  • Rapporto kW/Tara: deve essere minore o uguale a 55. Questa informazione, sulle auto prodotte dopo il 2007, è facilmente reperibile nel libretto del veicolo.
  • Kw massimi: non possono infatti superare, per nessun rapporto peso/potenza, i 70kW. (Espresso in cavalli, secondo una stima approssimativa, possiamo parlare di circa 95 cavalli di potenza).
  • Tre anni per poterle guidare: con il nuovo codice della strada, per chi prenderà la patente nel 2024, bisognerà aspettare ben tre anni (e non più uno solo) per mettersi al volante di un’auto superiore ai 70kW o al rapporto kW/Tara di 55.

Per quanti anni si è neopatentati

Già da prima il periodo da neopatentati durava 3 anni, rimanendo però di solo 1 anno le limitazioni sull’acquisto e la guida di un veicolo “più potente”. Con il nuovo codice della strada 2024, questa legge ribilancia tutto e come appena detto sopra, anche l’auto dovrà avere le limitazioni del triennio.

Tasso alcolemico per i neopatentati 2024

Bere alla guida è pericoloso, ma se proprio dobbiamo farlo, il codice della strada vieta questa pratica a chi è neopatentato nei primi tre anni. Il tasso alcolemico, infatti, dovrà sempre essere zero per evitare sanzioni e sospensione della patente per tutta la durata del periodo da neopatentati. In tutti i casi di rilevamento dell’alcool nel sangue, ma lo vedremo meglio in seguito, c’è la sospensione della patente.

Come capire se un’auto è da neopatentati (anche con targa)

Il metodo più rapido, se l’auto è già in vostro possesso o se avete il modello preciso con motorizzazione, è quello di rivolgersi al libretto o ad una scheda tecnica che potete anche trovare sul sito 100ttani. Basterà individuare i kW, espressi nel paragrafo P.2 nel secondo quadrante della facciata anteriore. Oppure il rapporto peso potenza, nel libretto espresso in kW/Tonn (tonnellate), che come già detto deve essere inferiore o uguale a 55.

Per controllare se un’auto, di cui avete la targa, è guidabile da un neopatentato. Si può interrogare anche il portale dell’automobilista con un semplice form online: ecco il link dedicato.

Vi ricordiamo infine, che anche se l’auto è guidabile per caratteristiche tecniche, potrebbero esserci delle limitazioni assicurative che impediscono la guida a un neopatentato o ad un automobilista privo del certificato di guida esperta.

Sanzioni e multe per i neopatentati 2024

L’inasprimento delle sanzioni al codice della strada, per i neopatentati 2024, fa parte di un progetto sociale per sensibilizzare alla guida. I numerosi incidenti avvenuti negli scorsi anni, causati per distrazione o incuria da parte di neopatentati, hanno portato a rivedere la norma e a cercare di correggere subito le cattive abitudini alla guida.

  • Limiti di velocità: i neopatentati hanno l’obbligo per tutta la durata dei tre anni, di non superare i 100 km/h in autostrada, i 90 km/h sulle strade extraurbane e i 50 km/h in città. Le sanzioni previste in caso di mancato rispetto dei limiti sono:

Meno 6 punti della patente per il superamento dei limiti di velocità da 10 a 40 km/h

Meno 12 punti della patente per il superamento dei limiti da 40 a 60 km/h

Meno 20 punti della patente per infrazioni di oltre 60 km/h rispetto ai limiti previsti.

  • Guida di un veicolo non consentito: la sanzione varia da 161 a 647 euro e la sospensione della patente di guida da due a otto mesi.
  • Tasso alcolemico superiore al previsto: in questo caso le leggi si sono, per fortuna, notevolmente inasprite.

Tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 grammi/litro, multa da 527 a 2.108 euro e sospensione della patente per 3-6 mesi.

Tasso alcolemico tra 0,8 e 1,5 grammi/litro, ammenda da 800 a 3.200 euro e sospensione della patente per 6-12 mesi, con arresto fino a 6 mesi

Tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi/litro, multa da 1.500 a 6.000 euro, arresto da 6 mesi a 1 anno e sospensione della patente per 1-2 anni.

Sanzioni minori, con punti e bonus a fine anno

Come ogni anno il codice della strada stabilisce anche la decurtazione dei punti sulla patente per i neopatentati per diverse infrazioni. In questo caso però, premia anche i neopatentati 2024 con 1 punto all’anno per ogni 365 giorni senza infrazioni gravi. Fino ad un massimo di tre punti per il ciclo dei tre anni.

InfrazionePunti sottratti
Non fare uso di fari/frecce direzionali2 punti
Cambi di corsia irregolari/svolte non segnalate4 punti
Distanza di sicurezza scorretta6 punti
Guida contromano (non in curva)8 punti
Mancata precedenza10 punti
Inversione di marcia pericolosa (incroci, dossi, etc.)16 punti
Contromano in curve e/o scarsa visibilità20 punti

Neopatentati 2024: stranieri, foglio rosa e prova pratica

Nel 2021, a causa della pandemia il foglio rosa ha avuto un’estensione da 6 mesi a 1 anno. Questa legge è stata mantenuta in vigore anche per garantire più tempo di pratica a chi si appresta alla prova pratica.

Allo stesso modo, i tentativi per passare l’esame pratico di guida, passa da 2 a 3 tentativi. Terminati questi, bisognerà riprendere da capo la stipula della patente anche procedendo a rifare l’esame scritto.

Per gli stranieri con residenza italiana non ci sono modifiche al regolamento. Per cittadini dell’Unione Europea, bisognerà convertire la patente. Se invece il guidatore, proviene da un paese fuori dall’Unione Europea, salvo particolari casi: bisognerà procedere a rifare la patente dopo un anno di guida e si ripartirà con l’iter dedicato ai neopatentati.